Vai al contenuto

La Campagna #StandUpWithAfghanWomen!

La Campagna #StandUpWithAfghanWomen! si propone di tutelare i diritti umani in Afghanistan e di promuovere un’azione incisiva per il sostegno alle realtà democratiche e antifondamentaliste che operano nel Paese.

La campagna si incentra su quattro temi principali:

Non riconoscimento del Governo dei Talebani

Autodeterminazione del popolo afghano

Riconoscimento politico delle forze afghane progressiste e messa al bando di personaggi politici legati ai partiti fondamentalisti

Monitoraggio sul rispetto dei diritti umani

Stand Up With Afghan Women! nasce dalla collaborazione tra Cisda e Large Movements nell’ambito della rete euro-afghana di coalizione per la democrazia e la laicità,  network di organizzazioni già impegnate  a vario titolo nella loro azione quotidiana, per la difesa dei diritti umani.

Le azioni promosse da Stand Up With Afghan Women

Stand Up With Afghan Women! promuove azioni di informazione, sensibilizzazione e advocacy, rivolte alla società civile e ai decisori politici a sostegno dei quattro temi principali della Campagna.

Al centro della Campagna, la Petizione e una serie di eventi e azioni ad un anno di regime talebano, che si arricchiranno grazie al contributo di tutte le realtà che vorranno aderire.

La petizione #StandUpWithAfghanWomen!

Gli attivisti afghani chiedono da sempre di poter decidere il proprio destino senza ingerenze straniere.

La campagna Stand Up With Afghan Women! rivolge una Petizione ai Governi, alle Istituzioni europee e alle Nazioni Unite al fine di sostenere le loro rivendicazioni e il diritto all’autodeterminazione per il popolo afghano

WITH/CON (e non FOR/PER) le donne afghane

La Campagna chiede che cessino le influenze esterne che bloccano dalla fine degli anni ’70 qualsiasi processo democratico in Afghanistan attraverso la successione delle occupazioni militari straniere e la fornitura di supporto militare e politico alle formazioni fondamentaliste e jihadiste. Tali influenze esterne mettono a grave rischio pace, diritti, democrazia, laicità e sicurezza anche in Occidente. La sfida è comune. Comune l’impegno per affrontarla.

Tutte le organizzazioni della società civile possono unirsi alla rete euro-afghana per promuovere la Campagna #StandUpWithAfghanWomen! creando eventi e promuovendo la raccolta firme della Petizione

Tutte le persone possono contribuire alla Campagna firmando la Petizione.

Come aderire e promuovere la
Campagna Stand Up With Afghan Women!

1. Sei un’associazione, un’organizzazione no profit, un collettivo, un ente o un’istituzione sociale e culturale, un sindacato dei lavoratori?

Aderisci alla Campagna compliando il formulario!

    *Privacy Policy
    Ho letto e accetto i termini e le condizioni sulla privacy policy

    *Articolo 13
    Ho letto e accetto i termini dell’ ex art 13 Gdpr

    Hai difficoltà ad inserire i tuoi dati nel formulario? Puoi inviarci l’adesione della tua organizzazione scrivendo a retecisda@gmail.com  e allegando il logo.

    La Campagna opera in modo collaborativo e partecipato fra tutte le diverse realtà riconoscendo il valore del contributo di ognuna di loro. Tutti possono partecipare con un’adesione attiva, anche solo promuovendo una raccolta firme e/o un evento/un’azione nel loro territorio. Ogni contributo, seppur piccolo, può far la differenza!

    La Campagna è aperta all’interlocuzione con le forze politiche.

    2. Sei una persona?

    Anche il tuo contributo è importante. Puoi firmare la Petizione e farla firmare ad amici, conoscenti e colleghi:

    Comitato promotore

    Media Partner

    Organizzazioni aderenti

    Arci Thomas Sankara Messina
    Agenzia per la Pace ODV
    Amici di Emmaus odv
    ANPI Codè Montagnani-Marelli
    ANPI Recco-Camogli sez.Ruby Bonfiglioli
    ANPI San Martino-Travacò'
    Archivio68
    Associazione Culturale Afghana Varese
    Auser Brindisi
    Associazione Io Donna Brindisi
    Binario15
    Blu Bramante
    Casa Donne Torino
    Casa Internazionale delle Donne Roma
    Casa delle Donne
    Casa delle Donne
    Centro di documentazione Internazionale Alma Sabatini
    Collettivo Donne di classe
    Clicca sul logo per leggere il Comunicato stampa
    Collettivo Donne Insieme - Casale Monferrato
    Coordinamento Donne Valpellice
    Cultura è Libertà
    Dajai
    Demetra Donne
    Emanuele Lomonaco Far Pensare
    Femminismi blog
    Francesca Centre
    Gruppo FEMM
    Il Forno Circolo Culturale Autogestito
    Le Veglie contro le morti in mare
    LUD - Libera Università delle Donne
    Melitea
    Movimento Incontro Ascolto
    Orlando associazione femminista e di donne
    Motus Siena
    Osservatorio Interreligioso sulle violenze contro le donne
    Rete Femminista No muri No recinti
    UDI Cernusco sul Naviglio
    Rete Jin
    Rose Rosse APS
    Shamofficine
    Sinistra anticapitalista
    Spazio Aperto
    Teatro dell'Elfo Puccini
    FrAzione Tuturano Brindisi
    Terremutate
    Trama di Terre
    UDIK
    FLC Cgil Milano
    ADL-COBAS Lombardia
    Réseau syndical international de solidarité et de luttes